Cucina uzbeka: mangiare in Uzbekistan

I ristoranti in senso occidentale sono rari in Uzbekistan.

Ristoranti

I ristoranti in senso occidentale sono rari in Uzbekistan. Concentrato a Tashkent e Samarcanda, si trova nel resto del paese, solo negli hotel di lusso o quasi. I pasti vengono poi serviti al bazar, nelle chaikhane del quartiere o ai lati della strada quando si viaggia. Mentre la maggior parte dei ristoranti offre cucina europea, molti stabilimenti sono specializzati in cucina georgiana, azera o coreana. Nei bazar e nei chaikhane i menu sono sempre gli stessi, ma la gamma di specialità dell’Asia centrale è abbastanza ampia da variare i piaceri

Cucina

La cucina centroasiatica non è comune in Occidente.Il piatto nazionale uzbeko è osh o plov in russo, riso fritto basamento di  carne di montone o di carne di manzo. Ci sono circa un centinaio di ricette a seconda della regione. A Bukhara, il riso non è saltato, ma bollito. Nella valle di Fergana, è accompagnato da foglie di vite ripiene di carne e cipolla. Altrove, sarà guarnito con aglio, ceci o uva. Il piatto è tradizionalmente cotto il Venerdì e per tutte le occasioni: Navruz (Capodanno), fine del Ramadan, matrimoni, compleanni … In chaïkhane bazar, troviamo per il pranzo.L’altra specialità culinaria è il shashlik, letteralmente “sei pezzi”. Questi sono spiedini fatti di sei pezzi di carne e grasso, o solo grassi. I più comuni sono i montoni, ma si trovano anche nel manzo o nel pollo. Spiedini o carne arrostita – sono pezzi di carne macinata, modellati a mano attorno allo spiedo. Shashlik e kebab vengono mangiati con cipolla all’aceto. La carne è leggermente speziata o profumata di coriandolo.Infine, i bazar sono pieni di altre specialità uzbeke, uigure o kazake. I più comuni sono lagman, lunghe tagliatelle sono mangiati in brodo o fritti, il Manty, gnocchi gradi al vapore e ripieni di carne e cipolla, chuchvara (assomiglia a tortellini), ravioli, anche, ma sono tagliati o di carota zucca o il beshbarmak, una specialità dei nomadi kazaki, realizzati in montone bollito o di manzo e pezzi di fegato, servito con cipolle, patate e pasta.Nel mese di settembre e ottobre,  bazar è pieno di frutta e verdura di ottimo sapore, la maggior parte dei quali provengono dalla valle del Ferghana fertile. È anche la stagione di melone, angurie e zucche.

Bevande

L’acqua del rubinetto non è raccomandata ai turisti. Si raccomanda vivamente di bere solo acqua in bottiglia. Il tè, verde o nero, è la bevanda essenziale in Uzbekistan. Servito in qualsiasi momento della giornata, come benvenuto, ciao o semplicemente per passare il tempo, il tè è una vera religione e servirlo obbedisce a un cerimoniale. In precedenza è stato versato tre volte in una tazza e versato ogni volta nella teiera. Queste tre ripetizioni simboleggiano Loy, argilla, moy, grasso e chai, tè o acqua. Il primo disseta, il secondo isola dal freddo e dal pericolo, il terzo estingue il fuoco. Le tazze non sono mai piene, il che significherebbe che è tempo che l’ospite se ne vada. Riempire una tazza è percepito molto male dalla persona che lo riceve. La mano sinistra che è impura, teiera o coppe devono essere prese o date con la mano destra. La vodka è la seconda bevanda in Uzbekistan, un po’ meno tradizionale, ma altrettanto presente. Un souvenir lasciato dai sovietici con cui gli uzbeki innaffiano i pasti con i toast, poi lanciando una bibita analcolica per prendere la pistola. Va detto che la vodka prodotta in Uzbekistan ha tutto l’alcol del legno. E se lo stomaco del turista può facilmente sostenere la cucina locale, svegliarsi dopo una serata da ubriaco è molto più difficile.